convegno-torino-24gennaio

RESOCONTO COMPLETO DEL CONVEGNO
Torino, 24 gennaio 2015

Trasformazioni urbanistiche al servizio della comunità e a tutela dei territori oppure operazioni focalizzate sul tamponamento dei bilanci delle amministrazioni pubbliche, che lasciano campo libero alle speculazioni?

Gli amministratori pubblici possono soddisfare gli interessi e i bisogni dei cittadini anche in tempi di spending review, senza svendere i beni della collettività e ricorrere agli introiti derivanti dagli oneri di urbanizzazione?

Casi critici, esperienze virtuose, strumenti a disposizione dei cittadini per far rispettare i propri interessi

Care amiche/amici,
come avevamo annunciato invitandovi al nostro convegno del 24 gennaio scorso e come ribadito durante l’evento stesso, abbiamo provveduto a sbobinare la registrazione integrale degli interventi, realizzando il resoconto completo, che trovate in allegato in formato pdf (1,2 Mb).

Interventi che riteniamo possano essere di assoluto interesse per tutti coloro i quali (Associazioni, Comitati e singoli cittadini) sono impegnati, a qualsiasi livello, nella difesa dei beni comuni.

L’obiettivo del convegno era quello di presentare lo stato dell’arte del rapporto fra Pubbliche Amministrazioni e Cittadini, nell’ottica della Tutela dei Beni Comuni, mettendo in evidenza, attraverso esperienze concrete, come gli amministratori possono realmente soddisfare gli interessi della collettività, anche in presenza di normative complesse e contradditorie e di scarsità di risorse disponibili. E, nel caso non lo facciano, quali sono gli strumenti disponibili per ottenere, da parte loro, il rispetto delle nostre esigenze e aspettative.

Nel resoconto allegato troverete, nell’ordine:

  • Analisi dettagliata delle normative in materia urbanistica/ambientale

  • Presentazione di tre casi locali “a rischio”, in cui i cittadini stanno cercando di evitare la “svendita” dei beni comuni o, comunque, una possibile ridestinazione contraria agli interessi della collettività.

  • Esperienza di un Sindaco che sta cercando, in questo contesto, di mettere in primo piano le esigenze dei cittadini piuttosto che le esigenze di bilancio.

  • Analisi delle opportunità e degli strumenti offerti ai cittadini dalla Costituzione italiana, per tutelare la sovranità popolare del territorio e dei beni comuni.

Con questo convegno, il Comitato torinese del Forum intende promuovere l’attivazione di proficue sinergie fra tutti coloro i quali sono interessati alla difesa degli interessi comuni, non solo a livello di Comitati e Associazioni ma anche di singoli cittadini, progettando concrete iniziative, finalizzate a “indirizzare” i pubblici amministratori verso il reale perseguimento dei nostri interessi, contribuendo rapidamente alla diffusione delle “buone pratiche” già sperimentate con successo da alcuni di essi e utilizzando, nei casi di amministrazioni poco disposte ad ascoltare le nostre istanze, gli strumenti resi disponibili dalla Costituzione per ottenere la tutela degli interessi della collettività.

ATTENDIAMO LE VOSTRE VALUTAZIONI, IDEE, PROPOSTE
che potrete trasmettere all’indirizzo e-mail:
salviamoilpaesaggio.torino@gmail.com

Grazie per l’attenzione e cari saluti.

Comitato per il Torinese del Forum SALVIAMO IL PAESAGGIO

Scarica il resoconto completo (file pdf, 1,2 Mb) >

Condividi: