Far uscire il ministero dell’Ambiente dall’angolo e dargli nell’azione complessiva di governo il ruolo centrale che merita“. E’ questa l’intenzione “ferma, convinta” del ministro dell’Ambiente Sergio Costa ribadita in un incontro con le 23 associazioni – da Greenpeace a Legambiente, dal Wwf a Marevivo alla Lipu – firmatarie dell'”Agenda Ambientalista 2018“, presentata alle forze politiche durante la campagna elettorale.

L’ambiente è economia, sviluppo produttivo, lavoro e sarà trainante delle politiche governative – ha affermato Costa – A partire da oggi vogliamo che il legame tra il Ministero, le associazioni e i cittadini sia improntato su un dialogo costante. Inauguriamo un percorso nel quale condividiamo obiettivi e finalità“.

Nel corso dell’incontro, il ministro ha illustrato l’intenzione di utilizzare l’hastag #iosonoambiente per ogni campagna del dicastero: uno slogan rivolto a ogni cittadino, perché faccia la propria parte.

La prima sfida lanciata dal ministro è la campagna, “liberiamoci dalla plastica” con l’hashtag #PFC. Il 4 ottobre – il giorno di San Francesco, patrono d’Italia – il ministero dell’Ambiente sarà “plastic free” ha spiegato Costa affermando che le “istituzioni devono dare il buon esempio“. E così, in un video, Costa lancia un appello intanto all’interno del Movimento 5 stelle: “Simpaticamente chiedo al presidente della Camera, all’on Roberto Fico, ‘Caro Roberto’ ma anche al ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro, onorevole Luigi Di Maio, ‘Caro Luigi’, entrambi plastic free, liberate la Camera, liberate il ministero – e chiedo anche agli altri ministeri – fatevi portavoce voi, caro Roberto e caro Luigi, di simpaticamente sfidare gli altri ministeri a liberarvi e a liberarci dalla plastica. Assumete anche voi questo impegno come l’ho assunto io e facciamolo insieme partiamo tutti al più presto possibile“. Poi il ministro allarga l’appello “alle altre istituzioni, di qualsiasi livello governativo, Regioni, Città metropolitane, Comuni, parlo di tutti gli enti pubblici” a far proprio l’hashtag #Iosonoambiente, “e a twittare il proprio impegno per liberarsi dalla plastica, come dimostrazione di partecipazione. Insieme – esorta il ministro – ce la facciamo tutti“.

Fonte: http://www.ansa.it/canale_ambiente/notizie/istituzioni/2018/06/12/costa-faremo-uscire-il-ministero-dellambiente-dallangolo_2957e1cd-b5f5-415a-a05f-c029b1809919.html

 

Share