Diamo un’occhiata ai temi affrontati dal sessantesimo numero del Bollettino degli Angeli del Suolo, strumento di aggiornamento e informazione del Gruppo Suolo Europa (GSE) del nostro Forum Salviamo il Paesaggio, pubblicato il 1° giugno scorso.

Si parla di controllo democratico, ovvero: prima di tutto la partecipazione, poi la non-delega, infine la comunicazione. Un nuovo modo di intendere il rapporto tra cittadini e rappresentanti politici, tra individui e istituzioni: dobbiamo individualmente essere coinvolti nel processo decisionale che riguarda il nostro futuro. Per questo ci si deve aggregare con altri per accompagnare la persona eletta o il responsabile di un preciso incarico e mantenere un rapporto “privilegiato” e costante con l’”eletto” sia per sapere di cosa si discute e quali posizioni vengono proposte sia per poter fornire le proprie valutazioni in merito. Qualche caso su cui riflettere…

Uno sguardo alla Summer School Emilio Sereni, che dal 27 al 31 Agosto ragionerà attorno ai paesaggi dell’acqua per la sua XI edizione che si svolgerà presso la Biblioteca Archivio Emilio Sereni di Gattatico (Reggio Emilia), con l’abituale patrocinio del nostro Forum nazionale.

Eccoci poi a Matera, dove il Forum Salviamo il Paesaggio ha sostenuto l’evento dell’Annual Meeting di ELASA (organizzazione europea che raccoglie in tutta Europa più di 2000 studenti di Architettura del Paesaggio) e vi ha partecipato con uno specifico intervento dal titolo: “Soil Land Landscape – The European Dimension”, in cui si sono sottolineati gli obiettivi per la salvaguardia del suolo/territorio/paesaggio che il Forum persegue sia a livello italiano che europeo.

Quindi un’analisi dell’Organic Cities Network Europe, rete europea delle città che si impegnano in favore di una agricoltura biologica, della tabella di marcia per i sistemi alimentari e agricoli sostenibili recentemente diffusi da IFOAM-UE, della Brownfield redevelopment in the EU (Recupero delle aree dismesse nell’UE), ovvero quei luoghi urbani o urbanizzati e il loro terreno circostante che sono stati interessati da precedenti usi; abbandonati o sottoutilizzati; che possano avere problemi di contaminazione reali o percepiti; principalmente in aree urbane; richiedenti un intervento per riportarli ad una utilizzazione benefica per gli abitanti. In sintesi: Aree dismesse urbane o urbanizzate con problemi di inquinamento ai sensi delle norme in materia di bonifiche.

Ancora un salto in Olanda, il cui governo ha adottato una nuova strategia per l’agricoltura che si basa sulla protezione delle risorse naturali e la riduzione dell’impatto ecologico. Per finire con CIRCASA (Coordinamento della Cooperazione Internazionale di Ricerca sul Sequestro del CArbonio nell’Agricoltura), un progetto di ricerca finanziato dall’UE che mira a rafforzare il coordinamento e le sinergie nella ricerca europea e globale sul sequestro del Soil Carbonio Organico del Suolo (SOC) nei terreni agricoli e portare a una migliore comprensione delle basi scientifiche per indirizzare ambiziose pratiche necessarie a preservare e migliorare il SOC. 22 istituti di ricerca dell’UE di diversi Stati membri partecipano al consorzio di ricerca che, iniziato nel 2017, scade nell’ottobre 2020.

Un numero, ancora una volta, ricco di notizie e suggestioni. Da non perdere…

Il Bollettino n° 60 è scaricabile qui.

Condividi: