Pozzuoli: un mare di cemento

Le Mani sulla Città. Quali le opere pubbliche necessarie e quale Trasparenza? A cura del Comitato di Pozzuoli del Forum Salviamo il Paesaggio. Inanzitutto il quadro di riferimento. E le tempistiche… Stiamo parlando di opere cosiddette “strategiche” che rientrano tra quelle di completamento del “Piano Intermodale dell’Area Flegrea”, funzionali ad affrontare l’emergenza “Bradisismo” tipica del territorio in questione, definito con la legge finanziaria 887 del 1984 che ne affidò l’attuazione al Presidente della Regione Campania, nelle vesti di Commissario Straordinario. Quindi opere che sarebbero dovute essere realizzate già 35 anni fa. Opere che, in linea teorica, sono utili alla città mirando a realizzare il decongestionamento del centro storico e dell’attuale area portuale con l’apertura del Tunnel di collegamento Tangenziale-Porto, la realizzazione di un Terminal di Interscambio a monte, successivamente lo spostamento più a ovest della nuova darsena portuale per l’attracco dei traghetti diretti alle isole. Oltre ad altre due vie di fuga (a doppia carreggiata e rotonde) per ampliare e allargare i flussi di mobilità in caso di emergenza.Di contorno aree verdi, aree attrezzate, parcheggi, piste ciclabili, infrastrutture e centro operativo per la protezione civile, insomma a complemento delle esigenze di mobilità facilitata e di sicurezza anche la funzione sociale … Leggi tutto Pozzuoli: un mare di cemento