L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico odv, raccogliendo preoccupatissime segnalazioni in particolare del  Forum territoriale permanente “Parco delle Energie”, ha inoltrato (3 maggio 2021) un’urgente istanza di accesso civico, informazioni ambientali e adozione degli opportuni provvedimenti alle amministrazioni pubbliche, alla polizia giudiziaria e alla magistratura competenti in relazione all’avvio di devastanti lavori di taglio di alberi, arbusti e altra vegetazione ad opera di una società immobiliare nell’area degli stabilimenti industriali dismessi della SNIA – Viscosa, lungo la Via Prenestina, a Roma.

Coinvolti dall’azione ecologista il Ministero per la cultura e il Ministero della transizione ecologica, la Regione Lazio, la Soprintendenza per archeologia, belle arti e paesaggio di Roma, i Carabinieri Forestale, il Comune di Roma Capitale, l’Ente Roma Natura, informata la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma.

L’area è interessata dal monumento naturale regionale Lago ex Snia Viscosa, è tutelata con vincolo paesaggistico (decreto legislativo n. 42/2004 e s.m.i.), mentre nel periodo primaverile ed estivo sono vietati tutti gli interventi che possano disturbare la riproduzione dell’avifauna selvatica (art. 5 della direttiva n. 2009/147/CE sulla tutela dell’avifauna selvatica, esecutiva in Italia con la legge n. 157/1992 e s.m.i.,).

Il disturbo/danneggiamento/uccisione delle specie avifaunistiche in periodo della nidificazione può integrare eventuali estremi di reato, in particolare ai sensi dell’art. 544 ter cod. pen.

Il sito industriale dismesso è qualificabile “bene culturale” (decreto legislativo n. 42/2004 e s.m.i.), nonché bene di archeologia industriale ai sensi dei vigenti strumenti di pianificazione urbanistica.

Si dubita seriamente della sussistenza delle necessarie autorizzazioni per l’esecuzione dei lavori, per cui è stata chiesta la valutazione dell’apposizione del sequestro preventivo sull’area al fine di evitare ulteriori danni ambientali e al patrimonio culturale.

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico odv esprime il proprio auspicio per l’adozione di urgenti provvedimenti finalizzati al rispetto della legalità ambientale