Chiara Mazzoleni, docente di urbanistica allo IUAV di Venezia, ha affidato al quotidiano “Domani” una sua approfondita analisi sulle trasformazioni del territorio regionale veneto, caratterizzato da cifre molto preoccupanti: il Veneto è la seconda regione con la più elevata incidenza di suolo consumato (preceduta dalla sola Lombardia), ha la densità di consumo di suolo più elevata (il rapporto tra suolo consumato e superficie territoriale è di 3,72 m²/ha, rispetto a una media nazionale di 1,72), presenta la maggiore incidenza (il 12,4 per cento) del suolo consumato in aree vincolate (contermini a coste, laghi e fiumi, soggette a tutela paesaggistica)…

Il Governatore del Veneto, Luca Zaia

Come ha fatto la Lega a consolidare il suo consenso in Veneto fino a superare il 60 per cento nelle ultime elezioni regionali, con un risultato senza precedenti del presidente in carica Luca Zaia al suo terzo mandato? Un sentiero poco praticato, seguendo il quale si possono trovare molti indizi di questo successo, è quello del governo delle trasformazioni del territorio. Un territorio che, con l’affermarsi delle rivendicazioni autonomiste, è stato declinato al plurale e non è più riconoscibile come un bene comune ma è diventato appannaggio di chi ne può derivare un arricchimento privato e di una forza politica di maggioranza che ha consentito a una parte consistente della popolazione di trarne vantaggio.

Il quadro regolamentare a livello regionale comprende norme e parametri specifici sul consumo di suolo o prevede obiettivi sul suo contenimento in leggi sul governo del territorio approvate nel corso del primo decennio del 2000. Eppure i monitoraggi ufficiali denunciano un incremento costante delle coperture artificiali. Che non mostra segnali di rallentamento, anche nel corso dell’ultimo monitoraggio, relativo al 2020, nonostante i mesi di blocco di gran parte delle attività economiche durante il lockdown.

Continua qui: https://www.editorialedomani.it/ambiente/il-sacco-del-veneto-cosi-zaia-ha-costruito-il-suo-potere-su-cemento-e-consumo-di-suolo-lica-verona-parco-treviso-hdn204wd