A cura del Gruppo d’Intervento Giuridico onlus.

Il Ponte Torretta da secoli consente di passare da una sponda all’altra del Torrente Morra, nella frazione di Torretta Vecchia, Comune di Collesalvetti (LI).

Il Ponte Torretta è riportato già nel Catasto Storico del 1826, ma è quasi certamente ben più antico, trovandosi sul tracciato storico della Via Aemilia Scauri (I sec. a. C.). Presso Torretta Vecchia sono i resti archeologici di una mansio (stazione di posta) romana con ambienti termali.

Il Torrente Morra non ha grande portata idrica, visto che gran parte delle sue acque sono captate a monte dall’Acquedotto Leopoldino (o di Colognole), tuttavia viene ritenuto fra i responsabili (minori) della tragica alluvione di Livorno del settembre 2017, in realtà una vera e propria calamità innaturale determinata in massima parte da colpevoli dabbenaggine e incuria umane.

Così, è stato predisposto l’intervento “Adeguamenti idraulici sul Torrente Morra in loc. Torretta Vecchia – Comuni di Collesalvetti e Fauglia” da parte del Settore Genio Civile Valdarno Inferiore e Costa della Regione Toscana, quale soggetto avvalso del Commissario Delegato in base all’ordinanza del Capo del Dipartimento Protezione civile n. 482 del 20 settembre 2017, progetto che prevede la radicale demolizione del ponte storico.

L’associazione Gruppo d’Intervento Giuridico onlus ha quindi, inoltrato (19 giugno 2019) una specifica istanza per lo svolgimento della procedura di verifica dell’interesse culturale (decreto legislativo n. 42/2004 e s.m.i.) al Ministero per i Beni e Attività Culturali, alla Soprintendenza per Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Pisa e al Comune di Collesalvetti per tutelare il Ponte Torretta da un’assurda demolizione.

Sarebbe ben più utile, infatti, ripulire l’alveo del corso d’acqua da detriti vari, purtroppo presenti.

Il Gruppo d’Intervento Giuridico onlus auspica un sussulto di buon senso da parte delle Amministrazioni pubbliche coinvolte.

Ulteriori informazioni su http://gruppodinterventogiuridicoweb.com

Condividi: