FORUM ITALIANO DEI MOVIMENTI
PER LA TERRA E IL PAESAGGIO

Genova, non chiamatela bomba d’acqua

Genova, non chiamatela bomba d’acqua

Vorrei chiedere ai colleghi che conducono i telegiornali: non usate più l’espressione “bomba d’acqua” al posto di nubifragio, fortunale, forte temporale, ecc. A parte che tecnicamente la “bomba d’acqua” è...
“BLOCCA LO SBLOCCA-ITALIA”: partecipa alla campagna contro il Decreto che distrugge il Bel Paese

“BLOCCA LO SBLOCCA-ITALIA”: partecipa alla campagna contro il Decreto che distrugge il Bel Paese

“BLOCCA LO SBLOCCA-ITALIA”, DIFENDI LA TUA TERRA! PARTECIPA ALLA CAMPAGNA CONTRO IL DECRETO CHE DISTRUGGE IL BELPAESE MERCOLEDÌ 15 E GIOVEDÌ 16 OTTOBRE MATTINA A ROMA DUE GIORNI DI PRESIDIO DI...
Ultime notizie
Il resoconto dell'assemblea nazionale di Salviamo il Paesaggio a Roma (20/09/2014)

Il resoconto dell’assemblea nazionale di Salviamo il Paesaggio a Roma (20/09/2014)

Alle prime luci del mattino di sabato 20 settembre, il Parco delle Energie a Roma (area dell’ex Snia recuperata a uso di verde pubblico dopo una lotta durata anni con la proprietà – il costruttore Pulcini) ha visto un gruppo di persone via via più nutrito, proveniente da tutta Italia, prender posto sulle panche di...
A Matera si costruisce sul verde pubblico, ma il TAR e il Consiglio di Stato danno ragione ai comitati

A Matera si costruisce sul verde pubblico, ma il TAR e il Consiglio di Stato danno ragione ai comitati

Il Consiglio di Stato ha confermato lo scorso luglio la decisione del TAR: il permesso di costruire dell’area del “Mulino Alvino” che cambiava destinazione urbanistica da verde pubblico a residenziale è illegittimo. Le associazioni ora chiedono che la Capitale europea della cultura 2019 punti ad un modello urbano e territoriale sostenibile. Pubblichiamo l’articolo del 26...
Il nuovo elettrodotto Terna potrebbe devastare aree protette e terreni agricoli tra Svizzera e Italia

Il nuovo elettrodotto Terna potrebbe devastare aree protette e terreni agricoli tra Svizzera e Italia

È iniziata la mobilitazione contro il progetto “interconnector Italia-Svizzera” di Terna Rete Italia Spa: un elettrodotto che dovrebbe interessare i territori dalla Val Formazza fino a Settimo Milanese, attraversando il Parco del Ticino e il Parco Agricolo Sud milano, rovinando irrimediabilmente zone incontaminate. Il progetto prevede ulteriore utilizzo di suolo pregiato ed esproprio di fertili terreni agricoli....
Sblocca-Italia e politiche energetiche: un futuro pieno di contraddizioni?

Sblocca-Italia e politiche energetiche: un futuro pieno di contraddizioni?

Di energia non è bene parlare in termini superficiali. L’Italia è tuttora uno dei paesi più industrializzati del mondo, e i consumi energetici formano una cospicua tranche dell’economia nazionale. L’Italia, inoltre, è costretta a importare gran parte dell’energia che consuma. Di energia non si deve poi parlare superficialmente perché i modi di fabbricarla hanno un...
Castelfranco Veneto: i cittadini chiedono chiarimenti sui possibili rischi idrogeologici

Castelfranco Veneto: i cittadini chiedono chiarimenti sui possibili rischi idrogeologici

Riportiamo il comunicato del comitato NoEcomostro di Castelfranco Veneto. ______________________________________ Possibile rischio idrogeologico: i  Cittadini chiedono chiarimenti all’Amministrazione in merito alla variazione di destinazione d’uso (industriale) del lotto di Via Lovara. Avvertiamo il dovere di segnalare e chiedere chiarimenti in merito ad una situazione di probabile futuro pericolo dovuta a possibile mancata o incompleta analisi dei...

Appello nazionale per la salvaguardia dei corsi d’acqua dall’eccesso di sfruttamento idroelettrico

Le associazioni ambientaliste, culturali e tecnico-scientifiche e i comitati di cittadini di seguito elencati PRESO ATTO - del ritardo da parte del Governo italiano, delle Autorità di Bacino e delle Regioni nel completo recepimento della Direttiva Quadro sulle Acque, 2000/60/CE, che sostiene la necessità di ristabilire la buona qualità dei corsi d’acqua e comunque di non degradarne le...
Consumo di suolo in Lombardia: tre pericolosi passi indietro

Consumo di suolo in Lombardia: tre pericolosi passi indietro

Nessun vincolo per aree agricole con previsione di edificazione al momento non attuata; tre anni per adeguarsi alle disposizioni senza restrizioni; eliminazione dei limiti volumetrici, ridotti a semplici criteri. Con queste discutibili novità si avvicina in Lombardia l’approvazione di una legge che però non ferma il consumo del suolo. Avanza verso l’approvazione in Consiglio Regionale,...
Il cemento non si mangia

Il cemento non si mangia

La Ue ritira la proposta di direttiva sul consumo di suolo per l’opposizione degli Stati. È ora di muoversi con la Nostra proposta d’iniziativa popolare per salvare il paesaggio italiano. Ancora due anni. E in due anni, a questo ritmo, l’Italia avrà perso almeno altri 480 chilometri quadrati di territorio. E’ questo lo scenario che...
La "follia" del solare termodinamico in Basilicata

La “follia” del solare termodinamico in Basilicata

Ecco perché la centrale di Palazzo San Gervasio è molto meno “solare” di quanto la si vorrebbe far apparire (da Basilicata24.it) La “follia” del solare termodinamico “dal punto di vista ingegneristico ed economico, è una mostruosità”. È semplice constatare che gli impianti “solari termodinamici” non sono la soluzione al problema energetico. Sopratutto non lo sono per...
Legge Ammazza Foreste: i territori lombardi manifestano il loro dissenso

Legge Ammazza Foreste: i territori lombardi manifestano il loro dissenso

Dal Comune di Agrate Brianza (MB) il primo atto ufficiale di contrarietà alla norma che mette a rischio i boschi lombardi mentre le associazioni continuano a esprimere la loro preoccupazione. Questi i primi passi di una protesta che punta a coinvolgere amministrazioni locali e rappresentati politici a tutti i livelli. Presentato ed approvato lo scorso...
Grazie a Renzi e al PD, Forlì e le città emiliane diventeranno la pattumiera in cui si bruceranno i rifiuti di tutta Italia

Grazie a Renzi e al PD, Forlì e le città emiliane diventeranno la pattumiera in cui si bruceranno i rifiuti di tutta Italia

Pubblichiamo qui di seguito un comunicato stampa di Sauro Turroni, ex senatore Verde e portavoce dei Verdi della Provincia di Forlì Cesena. ____________________________________ La banda delle Multiutility e degli inceneritori ha colpito ancora, secondo il volere di Renzi e Berlusconi: Forlì e le città dell’Emilia Romagna diventeranno la pattumiera nella quale si bruceranno i rifiuti...