Abbiamo fatto male a credere alle promesse fatte dopo l’alluvione del novembre 2011, l’ecomostro di Procchio ha partorito un topolino, o meglio un grosso ratto: lo stesso ecomostro che, grazie alla messa in sicurezza pubblica pluri-milionaria, verrà costruito nello stesso posto, a due passi, liberandosi anche dei fastidiosissimi fondi commerciali, fuori mercato per la crisi...