FORUM ITALIANO DEI MOVIMENTI
PER LA TERRA E IL PAESAGGIO

 
La nostra proposta di legge >

Agricoltura
Suolo sano per un cibo sano

Suolo sano per un cibo sano

A cura di Slow Food. «#StopSoilPollution è il tema della giornata mondiale del suolo che si celebra oggi 5 dicembre, ed è anche l’auspicio di Slow Food», commenta Francesco Sottile, agronomo ed esponente del Comitato esecutivo di Slow Food Italia. «È tempo di invertire la tendenza che vede ridursi il suolo fertile. È ora di...
Liberi dai Fanghi: no allo smaltimento nei campi, neanche in emergenza

Liberi dai Fanghi: no allo smaltimento nei campi, neanche in emergenza

A cura delle associazioni impegnate nella campagna “Liberi dai Fanghi”. Da un mese il tema della gestione dei fanghi da depurazione anima il dibattito sulla tutela dell’ambiente e della salute, dopo che l’art. 41 del decreto sulle Disposizioni urgenti per la città di Genova e altre emergenze, ha introdotto un limite alla presenza di idrocarburi...
Continua ad aumentare la fame nel mondo

Continua ad aumentare la fame nel mondo

821 milioni di persone soffrono oggi la fame e oltre 150 milioni sono i bambini con ritardi nella crescita, denuncia un rapporto congiunto delle Nazioni Unite. Nuove prove continuano a segnalare che il numero delle persone che soffrono la fame nel mondo è in crescita, raggiungendo nel 2017, 821 milioni, vale a dire una persona...
Appello alla mobilitazione per sostenere il buon cibo e la buona agricoltura!

Appello alla mobilitazione per sostenere il buon cibo e la buona agricoltura!

Il Forum Salviamo il Paesaggio è da anni attivo su diversi “fronti” che riguardano suolo, territorio e paesaggio sia a livello locale e sia a livello regionale, nazionale, europeo e mondiale. La nostra vera forza risiede nell’agire delle molteplici associazioni territoriali che producono l’effetto-valanga di una palla di neve lanciata su un pendio. Tra le...
Nasce una piattaforma per l’uso sostenibile del suolo

Nasce una piattaforma per l’uso sostenibile del suolo

Nei giorni scorsi è stato presentato, nella cornice della storica Reggia borbonica di Portici, LANDSUPPORT, un progetto innovativo e dal respiro internazionale che porterà alla realizzazione di una piattaforma di supporto alle decisioni in ambito territoriale a piccola e grande scala. Si tratta di uno strumento che a regime permetterà, con un semplice click, di...
Milano: la sfida di Piazza d’Armi tra bisogni pubblici e interesse privato

Milano: la sfida di Piazza d’Armi tra bisogni pubblici e interesse privato

Da una parte la mobilitazione popolare, la vocazione storica di un territorio e la rilevanza sanitaria di un’area naturalistica. Dall’altra i soggetti forti e l’idea diffusa che si possa mettere ordine con il cemento. Ma una soluzione diversa è possibile. (Immagini tratte dal sito Le Giardiniere Milano) Abbiamo fatto qualche domanda a Licia Martelli dell’Associazione...
L'alternativa neo-contadina

L’alternativa neo-contadina

Un Libro per tornare alla realtà e costruirne una diversa. L’alternativa neo-contadina: una dimensione complessiva di vita, una concezione di cosa sia il lavoro diversa da quella convenzionale, un’economia di decrescita che è anche una possibilità praticabile oggi come risposta “dal basso” alla crisi economica. Tale risposta è altrettanto una dissociazione sia dal modello economico-culturale...
Parco Agricolo Prealpino: un passo in avanti sulla strada della tutela del territorio

Parco Agricolo Prealpino: un passo in avanti sulla strada della tutela del territorio

   Il comitato Salviamo il Paesaggio di Cislago (VA) ha ricevuto nei giorni scorsi pieno sostegno dal sindaco per la creazione del Parco Agricolo Prealpino. Un altro tassello per il progetto lanciato dal gruppo nel 2014 con l’obiettivo di conservare un territorio vitale dal punto di vista agricolo e importante per la qualità ambientale. Un...
Biassono (MB): al centro della provincia del cemento, c'è chi vuole consumare ancora

Biassono (MB): al centro della provincia del cemento, c’è chi vuole consumare ancora

Trascurare la realtà e negare l’evidenza per consumare ancora il territorio. A cavallo di quattro dei comuni della provincia più urbanizzata d’Italia si propone un referendum consultivo per fermare l’impatto devastante ed irreversibile di un nuovo insediamento produttivo e commerciale. Nei giorni in cui l’ISPRA conferma con i numeri del rapporto 2017 sul consumo di suolo,...
Rapporto ISPRA - Altro che oneri e incassi tributari: un ettaro di urbanizzazione ci costa fino a 55mila euro

Rapporto ISPRA – Altro che oneri e incassi tributari: un ettaro di urbanizzazione ci costa fino a 55mila euro

L’impermeabilizzazione causa una perdita di servizi naturali che paghiamo, oltre che in salute, anche in termini economici. Lo dimostra l’Ispra nell’annuale rapporto sul consumo di suolo, fenomeno che non accenna a ridursi. Ecco l’entità dei costi, sottostimati o trascurati, che ribaltano la convenienza delle scelte urbanistiche dal ritorno economico solo nel breve termine. Il rapporto 2016...