FORUM ITALIANO DEI MOVIMENTI
PER LA TERRA E IL PAESAGGIO

 
La nostra proposta di legge >

Fiumi e dighe
Fiume Po: il Protocollo tra Rete del Manifesto e Autorità di Bacino

Fiume Po: il Protocollo tra Rete del Manifesto e Autorità di Bacino

Un ulteriore passo in avanti nel percorso che punta a costruire una strategia integrata di valorizzazione e sviluppo dell’ampio territorio che gravita attorno al fiume Po. Oggi è stato siglato un Protocollo di intesa tra la Rete dei firmatari del Manifesto per il Po e l’Autorità di Bacino distrettuale del Po. L’accordo è stato siglato...
Taranto: Salviamo il Galeso, il fiume dei poeti

Taranto: Salviamo il Galeso, il fiume dei poeti

Dopo un mese nulla è cambiato: nessuna risposta dal Comune a Legambiente. Un paesaggio aberrante a due passi dal fiume dei poeti. “Assumere la qualità del paesaggio come fondamento dello scenario strategico per lo sviluppo del nostro Paese, nel mondo contemporaneo ormai globalizzato, è una grande opportunità oltre ad essere la risposta necessaria che le...
Quel fiume ha i suoi diritti

Quel fiume ha i suoi diritti

di Paola Somma*. Le corporations hanno diritti. Perché non dovrebbero averne i fiumi? Con questo titolo, il 26 settembre 2017, il New York Times ha commentato la notizia che, il giorno precedente, il fiume Colorado aveva citato in giudizio l’omonimo stato, chiedendo di essere giuridicamente riconosciuto come “persona”, al fine di poter “difendere la propria...
Torino: dubbi di sostenibilità sul progetto di impianto idroelettrico sul Po

Torino: dubbi di sostenibilità sul progetto di impianto idroelettrico sul Po

L’energia rinnovabile deve essere sostenibile: ci sono molte perplessità riguardo al progetto “Impianto Idroelettrico sul Po” all’altezza della Diga Michelotti (sotto la Gran Madre). Il Comune di Torino sta lavorando al progetto che prevede la realizzazione di un impianto idroelettrico per sfruttare il salto esistente in corrispondenza della diga Michelotti (ponte Vittorio Emanuele I, sotto la...
Nel Cremasco un idroelettrico non sempre sostenibile

Nel Cremasco un idroelettrico non sempre sostenibile

L’ansa che l’Adda forma nei pressi di Gombito, piccolo paese rivierasco della Provincia di Cremona, costituisce un ambiente singolare: il tratto di fiume interessato è lungo circa 4,5 chilometri ed il lembo di terra sotteso, nella sua parte più stretta, misura solamente 200 metri. Proprio in questo tratto di fiume Edison SpA intende realizzare una...
VenTo: una ciclovia di 679 km lungo 4 regioni, passando per Expo 2015

VenTo: una ciclovia di 679 km lungo 4 regioni, passando per Expo 2015

Dal 6 al 15 giugno scorsi si è sviluppata, per il secondo anno, una iniziativa del Progetto VenTo che possiamo considerare come una autentica settimana di formazione e informazione. Il gruppo di ricerca del Politecnico di Milano è uscito dalle sue stanze, ha inforcato la bicicletta e in 10 tappe e 16 eventi, ha incontrato...
Il metanodotto della Snam Rete Gas deve proprio passare nel Parco del Cilento?

Il metanodotto della Snam Rete Gas deve proprio passare nel Parco del Cilento?

La Snam Rete Gas intende attraversare il Parco del Cilento con un metanodotto lungo il fiume Bussento (in gran parte inserito in zona di protezione speciale), e con l’abbattimento stimato di quasi 30.000 alberi. Il progetto prevede che un metanodotto proveniente dalla Libia attraverso la Sicilia si immetta sulla terraferma in prossimità della foce del...
Lieto fine per il torrente Riù: la mobilitazione dei cittadini ferma un progetto incompatibile

Lieto fine per il torrente Riù: la mobilitazione dei cittadini ferma un progetto incompatibile

Una vicenda che diventa esempio da condividere a cui la Fondazione Benetton Studi Ricerche ha dedicato un evento pubblico. Il progetto di impianto di una centralina idroelettrica incompatibile e avverso alla cittadinanza è stato abbandonato salvando un luogo di valore: il torrente Riù a Segusino (Treviso). Un esempio emblematico di consapevolezza attiva delle comunità, che...
Toscana: salviamo il Masso delle Fanciulle

Toscana: salviamo il Masso delle Fanciulle

Il Comitato Difensori della Toscana, impegnato per la difesa del valore storico e dell’economia del paesaggio, segnala la petizione lanciata lo scorso aprile per salvare dalla minaccia delle trivelle e delle centrali geotermiche un’area naturalistica della Toscana ancora incontaminata. Firma la petizione online > Una petizione che il comitato  ha proposto sia “su carta” che on...
Toscana: allarme dissesto idrogeologico nell’area di Signa

Toscana: allarme dissesto idrogeologico nell’area di Signa

Invaso pieno, danni all’impianto e ai canali, erosione di sponde, crolli e frane delle opere realizzate. A rischio la sicurezza e l’incolumità delle popolazioni della Piana Fiorentina. Il sindaco di Signa, dopo le straordinarie e intense piogge di questi ultimi giorni ha visitato i Renai un’area di pregio, interessata da un forte dissesto idrogeologico e...