Su tutti i quotidiani veneti in questi giorni è comparso un eloquente messaggio a tutta pagina rivolto alla Regione Veneto e firmato dalle principali Organizzazioni imprenditoriali (Confindustria, Confcommercio, Confartigianato, Confcooperative).

“Basta sprecare territorio!” recita a caratteri cubitali l’incipit del messaggio, che chiede alla Regione l’impegno ad affermare un modello di sviluppo basato non più sul consumo di suolo, ma sulla valorizzazione e rivitalizzazione delle città e dei territori.

La pagina comparsa in questi giorni sui principali quotidiani veneti (clicca sull’immagine per ingrandire)

– dare attuazione ai provvedimenti in tema di riconoscimento e tutela del paesaggio, contenuti nella Convenzione Europea del Paesaggio,
– intraprendere un’azione di Governo Locale condivisa per ridurre a zero il consumo di suolo;
– imporre rigorosi criteri di efficienza negli strumenti di governo del territorio per soddisfare i bisogni attraverso la riqualificazione, il miglior uso delle superfici già urbanizzate e la rivitalizzazione dei centri storici;
– esercitare un maggior controllo sugli Enti Locali in materia di nuovi insediamenti;
– regolare gli insediamenti da riqualificare nel rispetto ambientale: risparmio e fonti energetiche rinnovabili;
– bloccare qualsiasi nuova area produttiva e commerciale nelle periferie e in prossimità dei caselli autostradali.

E’ un segnale molto chiaro e importante che testimonia come anche le forze economiche e produttive abbiano compreso che il futuro non può più essere affidato al “nuovo mattone” e un segnale forte nei confronti delle sensibilità del mondo politico e degli amministratori pubblici.

Condividi: