Per la Befana regalatevi il gioco da tavolo di OffTopic, una variante di “Monopoli” che aiuta a capire le mosse di amministratori, banche e imprese di costruzioni in vista dell’Expo 2015 di Milano.

Dopo averne capito il funzionamento andate sul sito inventati.org/expopolis: avrete la possibilità di modificare il tabellone per “parlare” della (e alla) vostra città.
“Lo scopo del gioco è di trarre profitto, affittando, comperando e vendendo le proprietà situate nella metropoli, sino a diventare il giocatore più ricco e, possibilmente, il monopolista della rendita fondiaria”.
Il gioco che potrete mettere nelle calza della Befana si chiama “Expòpoli(s)”, ed è una variante (parola cara, a chi si occupa di tutela del paesaggio) del vecchio “Monopoli”.
Il tabellone è stato “modificato” dal Lab. OffTopic (pianoterralab.org), applicando nomi, dati e contenuti che fanno riferimento al maxi evento che dovrebbe tenersi a Milano nel 2015. Leggendo il regolamento, disponibile in rete, si scopre così che la vendita delle case spetta solo a BancaIntesa, ed è fortemente consigliato assicurarsi terreni (Cascina Merlata, Fiera), servizi ed anche imprese (A2a, MM). Ci sono anche “imprevisti” e “probabilità”, tra cui quella di finire a San Vittore.
Si parte dalla casella del “Via!.. da Expo 2015”, mentre i giocatori (da due a sei) potranno muovere sul tabellone pedine che rappresentano il sindaco di Milano Giuliano Pisapia e il Commissario straordinario all’evento Roberto Formigoni, ma anche Compagnie delle opere o Cmc (cooperativa ravennate, che ha vinto una delle prime gara assegnate da Expo 2015 spa).
La dinamica è semplice: “Quando il segnalino si ferma su un terreno, quartiere, stazione o impresa pubblica che non è ancora di proprietà altrui, il giocatore può comperarlo dalla Banca (che per comodità chiameremo d’ora in poi..Intesa), pagando il prezzo segnato sulla casella relativa: altrimenti la proprietà viene subito messa all’asta e ceduta al maggior offerente…lo squalo di turno insomma”.
Tutto ruota intorno alla rendita fondiaria e al ruolo della banca, da cui dipende ogni mossa.

“Expòpoli(s)”, però, non vuole essere solo (e necessariamente) un “gioco da tavolo milanese”. Per questo, OffTopic ha creato un sito dove chiunque cittadino, comitato, associazione- può creare, con l’aiuto di semplici istruzioni, la versione di “Expòpoli(s)” della propria città, stampando infine una copia del gioco che racconta il proprio territorio:

http://inventati.org/expopolis/

“Un’occasione per raccontare le ferite aperte della metropoli senza rinunciare ad una comunicazione ludica alla portata di tutti”.

Ecco il trailer del gioco: