logo_salviamoilpaesaggioCOMUNICATO SULLA CONFERENZA STAMPA DELL’ON. MARIO CATANIA PRESSO LA SALA STAMPA DELLA CAMERA DEI DEPUTATI – 11 FEBBRAIO 2016 AVENTE AD OGGETTO LA SITUAZIONE DELL’ITER PARLAMENTARE DEL DDL AC 2039 NOTO COME “LEGGE SALVA SUOLI”

Giovedì 11 febbraio il Forum Salviamo il Paesaggio con tre suoi rappresentanti ha partecipato alla conferenza stampa convocata da Mario Catania, parlamentare componente della Commissione Agricoltura della Camera, per fare il punto sull’iter del DDL AC 2039 avente ad oggetto :”Misure per il contenimento del consumo di suolo e la rigenerazione delle aree edificate” a cui hanno partecipato anche Pippo Civati (Gruppo Misto), Ermete Realacci (presidente Comm. Ambiente, Pd), Massimo De Rosa (componente Comm. Ambiente, M5S) e Adriano Zaccagnini (componente Comm. Ambiente, Sel).

Oltre al Forum SiP erano presenti anche le associazioni ambientaliste: Fai, Legambiente, Lipu, Slow Food, Touring Club, WWF che insieme hanno presentato un documento con alcuni emendamenti al DDL.

Mario Catania, nell’ipotizzare una possibile discussione del DDL alla Camera entro la fine di marzo non senza denunciare possibili rischi di ulteriore rinvio e insabbiamento, ha sottolineato l’importanza del lavoro di collaborazione e stimolo sin qui fatto da tutte le associazioni ambientaliste e della società civile, compreso il Forum SiP; un lavoro che ha prodotto una grande mole di contributi e osservazioni finalizzate a rendere davvero efficace e rigoroso il testo del DDL fin dalla sua prima discussione nelle Commissioni Agricoltura e Ambiente della Camera.

I parlamentari presenti si sono impegnati a raccogliere tali contributi fin dai prossimi giorni cercando di convogliarli per quanto possibile nella proposta di legge come emendamenti.

L’impressione avuta è quella di una volontà unanime di portare questo DDL quanto prima alla discussione nell’aula di Montecitorio, ma i parlamentari presenti hanno anche sottolineato le difficoltà e la forte spinta di gruppi trasversali del parlamento per ostacolare il percorso, gruppi legati evidentemente alle lobby del cemento e della speculazione immobiliare.

Tutti gli interventi dei rappresentanti delle associazioni presenti hanno sottolineato l’importanza di approvare quanto prima una legge capace di tutelare in maniera efficace le nostre ricchezze paesaggistiche a partire dalla risorsa non rinnovabile costituita dal suolo libero; diversamente assisteremo ad una ulteriore cementificazione del territorio con danni irreversibili al paesaggio, all’ agricoltura e al turismo.

Il Forum Salviamo il Paesaggio, come già stabilito nell’assemblea nazionale di Ancona del 14 novembre 2015, continuerà a seguire l’iter del DDL fornendo il sostegno scientifico del gruppo di lavoro e la grande esperienza dei tanti comitati e delle associazioni aderenti per ottenere il massimo miglioramento del DDL che sia possibile, anche attraverso una capillare azione di sensibilizzazione dei cittadini.

Qualora l’attuale processo legislativo si dovesse arrestare o il DDL dovesse essere ulteriormente annacquato e anestetizzato durante la discussione in Parlamento, saremo pronti a portare a conclusione la già avviata e avanzata elaborazione di una nostra proposta di legge per la tutela del paesaggio e per l’azzeramento del consumo di suolo che dovremo portare in Parlamento per iniziativa popolare.

 

Share