Una petizione sulla piattaforma di Avaaz chiede la chiusura immediata e definitiva della Cava Focolaccia (Piastramarina).

Il passo della Focolaccia era un luogo incontaminato a 1650 metri slm [1], tra il Monte Cavallo e il Monte Tambura. Un luogo meraviglioso oggi ferocemente sfregiato dalla cava Focolaccia (Piastramarina) [2] e dalla sottostante discarica di detriti (ravaneto). Una cava che è in concomitanza di luoghi a protezione speciale [3], all’interno del Parco delle Alpi Apuane [4], nella prossimità di condotti carsici [5] e essendo oltre i 1200 metri è pure in una zona protetta dal Codice dei beni culturali e del paesaggio [6]

Chiediamo:

la chiusura immediata e definitiva della Cava Focolaccia (Piastramarina) rettificando il Piano Paesaggistico che concede, in questo caso, una cava oltre i 1200 m slm.
Il depennamento dell’intero bacino del Monte Cavallo

Il ricollocamento di degli operai
1) nella rimozione della grande discarica di detriti (ravaneto) che è stato creato negli anni e che potranno essere riutilizzati e venduti come carbonato di calcio; c’è lavoro per qualche anno;
2) nei laboratori di trasformazione di Camporgiano, Vagli, Gramolazzo, potenziando la lavorazione, in filiera corta, del marmo cavato nei bacini di Carrara (unica realtà apuana in cui sia concesso cavare).

La creazione di un ampio progetto integrato di sviluppo agricolo, turistico, artigianale e commerciale di quel territorio fra Minucciano e Vagli.

FONTI

[1] Passo della Focolaccia

[2] Cava Piastramarina al passo della Focolaccia

[3] Mappa Zone a protezione speciale

[4] Mappa parco Alpi Apuane

[5] Sospesi lavori per distruzione condotti carsici

[6] Codice dei beni culturali e del paesaggio Pagina 65 Articolo 142 Aree tutelate per legge punto d

Qui il link per sottoscrivere la petizione.