Come accaduto recentemente attraverso l’approvazione di alcune leggi regionali (in primis in Piemonte) “cogliendo l’occasione” dell’emergenza sanitaria, anche lo Stato ripropone un rito purtroppo abituale basato su “deroghe” e/o “facilitazioni”, che in alcuni casi hanno nulla o ben poco a che vedere con la stessa emergenza in corso. Nella fattispecie, perlomeno per gli articoli che...