di Patrizia Menegoni e Federica Colucci.

Anthosart Green Tool è stato sviluppato nell’ambito del progetto Anthosart finanziato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) con la legge 6/2000 per la diffusione della cultura scientifica, coordinato da ENEA e svolto in collaborazione con il Forum Plinianum e la Società Botanica Italiana. 

Si chiama Anthosart Green Tool, ma fin dalla sua prima uscita pubblica è stato rinominato “Il Giardiniere Virtuale“: disponibile gratuitamente anche per smartphone e tablet, lo strumento è stato pensato per vivaisti, progettisti, amministratori e privati cittadini e consente di selezionare un set di specie, tra le oltre 7.000 specie italiane, idonee ad allestire, realizzare spazi verdi nel pieno rispetto anche delle esigenze di tutela della natura. Contemporaneamente è possibile accedere ad un corredo di informazioni eterogeneo legato alle specie con l’obiettivo di promuoverne il valore ambientale e culturale.

Si accede liberamente collegandosi a https://anthosart.florintesa.it e, registrandosi si possono sfruttare al meglio tutte le sue molteplici funzionalità.

Anthosart Green Tool consente di:

Pogettare spazi verdi (giardini, aiuole, viali, siepi, verde pensile, laghetti…) con una selezione di specie della flora spontanea d’Italia, in base alle caratteristiche estetiche e fisionomiche selezionate dall’utente e alle caratteristiche ecologiche, edafiche e climatiche del luogo in cui si intende realizzare il progetto. Il tool consente all’utente di scegliere tra 1.400 specie vegetali italiane annuali o perenni. Queste sono state individuate evitando specie esotiche e specie autoctone rare o difficilmente coltivabili, nel pieno rispetto delle esigenze di tutela della natura. Per ogni specie selezionata in PROGETTA è possibile ottenere un gruppo di piante con le quali essa condivide il proprio habitat in natura (STA BENE CON… ). I gruppi di specie così selezionati, assicurano la resilienza del nostro spazio verde, riproducendo le relazioni di convivenza, forme e colori, che la natura circostante offre ai fruitori del luogo. Il progetto inoltre ambisce a creare una rete di operatori del settore florovivaistico che, facendo propria la filosofia di Anthosart, mettono in produzione le specie indicate dal tool ponendole sul mercato o rendono nota la loro disponibilità sui propri cataloghi. Nella sezione CHI LA PRODUCE… è possibile contattare questi operatori.

Scoprire gli usi etnobotanici e il valore culturale di circa 2.100 specie di piante della nostra flora. Le specie sono catalogate in base al loro uso alimentare, etnobotanico, culturale e religioso/rituale, e alla parte della pianta utilizzata (fusto, frutto, fiore, radice). Una scheda sintetica e i riferimenti bibliografici consentiranno ulteriori approfondimenti.

Trovare direttamente la specie di proprio interesse e le informazioni ad essa collegate. In questo database sono presenti le oltre 7000 specie della Flora d’Italia.

Condividi: