FORUM ITALIANO DEI MOVIMENTI
PER LA TERRA E IL PAESAGGIO

 
La nostra proposta di legge >

Author Archive
Terra e cemento, l'Italia al bivio

Terra e cemento, l’Italia al bivio

Il terzo post di Roberto Burdese su ilfattoquotidiano.it La Valpolicella è uno dei tanti bellissimi territori vitati del nostro paese dove capannoni, centri commerciali e abitazioni civili continuano a sorgere come se non ci fosse crisi e la “benedetta” crescita non si fosse mai arrestata. Ormai quasi tutto il nostro paese soffre di questa soffocante...
Il biogas brucia la campagna

Il biogas brucia la campagna

di Carlo Petrini Agricoltura industriale. Riflettiamo sull’ossimoro. In suo nome, l’uomo ha pensato di poter produrre il cibo senza contadini, finendo con l’estrometterli dalle campagne. Oggi siamo addirittura arrivati all’idea che possano esserci campi coltivati senza produrre alimenti: agricoltura senza cibo. Agricoltura che, se si basa soltanto sul profitto e sulle speculazioni, riesce a rendere...
Il pastore ferma il cemento a Capo Malfatano

Il pastore ferma il cemento a Capo Malfatano

L’ottantenne Ovidio Marras e Italia Nostra battono Benetton, Marcegaglia e Toti. Prima la vittoriosa difesa del vecchio sentiero delle pecore. Adesso il Tar annulla i via libera della regione alla costruzione di un insediamento turistico da 190mila metri cubi. “C’è un giudice a Cagliari”, potranno dire adesso i sardi, autentici e d’adozione, che per anni...
Affari in riva al mare: ecco il nuovo sacco delle coste

Affari in riva al mare: ecco il nuovo sacco delle coste

Santa Margherita Ligure, Marina di Massa, Napoli, Siracusa, Lipari… Stando alle leggi e ai piani regolatori non è possibile costruire alcunché a meno di centocinquanta metri dal mare. Ma ecco che una nuova parola magica, “waterfront”, sta spianando la strada a opere edilizie che, da sole, valgono al momento un miliardo e mezzo di euro....
Barcellona, 22 novembre. Cementificazione selvaggia e poi un mare di fango

Barcellona, 22 novembre. Cementificazione selvaggia e poi un mare di fango

  Abusivismo? Costruzioni sanate. Prevenzione? Osservazione dei disastri precedenti. La causa? Cementificazione dei torrenti. Così Barcellona Pozzo di Gotto è diventata un fiume di fango. Le vie naturali per il deflusso delle acque piovane sono ostruite da anni. Le istituzioni sono immobili. La società civile si organizza e grida: la nostra città può rinascere, ora...
Liguria, l’alluvione non ferma il cemento. A Brugnato arriva un mega outlet

Liguria, l’alluvione non ferma il cemento. A Brugnato arriva un mega outlet

Una struttura capace di ospitare 1500 persone su un’area che era stata considerata sicura dai tecnici delle amministrazioni. L’esondazione del fiume Vara un mese fa ha però mostrato il contrario. Ma in Regione è lite tra assessori: il titolare dell’ambiente annuncia che il progetto è stato sospeso, il vicepresidente e assessore all’urbanistica afferma il contrario....
Colata di cemento nell'area protetta Sigilli: mega resort da 50 milioni

Colata di cemento nell’area protetta Sigilli: mega resort da 50 milioni

Sono 129 gli indagati, tra cui funzionari di Regione Puglia e Comune, responsabili di aver avallato la costruzione del complesso turistico con l’approvazione di una variante urbanistica dichiara illegittima. La struttura nata su una delle area più belle del Salento ha cambiato volto alla zona di Porto Cesareo Un lussuoso resort da 50 milioni di...
Vendita terreni, allarme Verdi "Via libera a nuovo cemento"

Vendita terreni, allarme Verdi “Via libera a nuovo cemento”

Aggiornamento 10/11/11 – 18:54 Masini (Coldiretti), dai Verdi un errore interpretativo sulla vendita dei terreni demaniali: «La salvaguardia della destinazione agricola del suolo e’ un obiettivo centrale da perseguire, ma e’ un errore interpretativo leggere nella disciplina prevista dal maxiemendamento sulla dismissione dei terreni una facilitazione al cambio di destinazione d’uso e men che meno...
Allarme Taurasi! Con insediamento industriale, a rischio vigneti e paesaggio nei prossimi secoli

Allarme Taurasi! Con insediamento industriale, a rischio vigneti e paesaggio nei prossimi secoli

Un piano di insediamento industriale nel cuore dell’areale del Taurasi. E’ questa l’ultima trovata dei politici per assestare un colpo mortale ad una delle zone più incontaminate del Sud, famosa per il suo vino. Non sono bastati i modelli fallimentari adottati dopo il terremoto del 1980, un fallimento nel quale i nuclei industriali abbandonato o...
Cia: presentato studio su paesaggio agrario. Vale 10 miliardi di euro l'anno

Cia: presentato studio su paesaggio agrario. Vale 10 miliardi di euro l’anno

Ripercorrendo l’evoluzione del rapporto tra il paesaggio italiano e la vita dei campi in Italia dal 1861 ai nostri giorni, la Cia ha presentato uno studio da cui si apprende che “tra il turismo rurale e l’indotto legato all’enogastronomia tipica, le nostre campagne valgono più di 10 miliardi di euro l’anno”. Ad avviso della confederazione,...