Da tempo, si respira un’aria diversa; l’incessante opera di sensibilizzazione, portata avanti dalle associazioni ambientaliste, aveva fatto sorgere forti dubbi a più di una amministrazione.

Poi, la presa di posizione del Consiglio Provinciale del 20 febbraio scorso, seguito dalla stessa Amministrazione,  aveva evidenziato che erano in tanti, tra amministratori, politici e semplici cittadini, a non volere questo elettrodotto aereo; Terna stessa, in occasione della prima riunione del  tavolo tecnico instituito alla Provincia, aveva dovuto riconoscere che vi erano delle criticità importanti del progetto che andavano risolte.

A farsi interprete di queste perplessità il dott. Giuseppe Cocuzza, Sindaco di San Filippo del Mela, che ha convocato una riunione dei Sindaci dei Comuni attraversati dall’elettrodotto, aperta anche alle associazioni ambientaliste, per concordare il da farsi e decidere una linea unitaria che, senza escludere la realizzazione del progetto, consenta di risolvere le problematiche poste a base di tutte le proteste delle comunità interessate.

All’appuntamento si sono presentati in molti; oltre allo stesso Cocuzza, accompagnato dagli assessori Paulesi e Ragno, erano presenti i Sindaci: Sciotto (Pace del Mela), De Marco (Villafranca Tirrena), Di Stefano (Valdina) Campagna (Condrò), Caselli (Torregrotta); gli Assessori: Maimone (San Pier Niceto) Nastasi (Roccavaldina) Colosi (Gualtieri Sicamino). Le Associazioni, rappresentate da Nino La Rosa, (Coordinamento Ambientale Tutela del Tirreno), Angela Bianchetti (Comitato Cittadini Pacesi per la Vita), Francesco Leone (Pro Loco Pace) ed altri, hanno sottolineato le problematiche connesse alla realizzazione dell’opera.

Tutti gli intervenuti hanno riconosciuto positivo il lavoro svolto dalle associazioni ed hanno deciso di  porsi a fianco delle popolazioni in lotta per la salute – l’Elettrodotto ricade in parte nell’Area ad Alto Rischio Ambientale del Mela –  ma anche per la salvaguardia dei pregevoli siti naturalistici, riconosciuti da norme comunitarie, che verrebbero messe a rischio dalla costruzione dell’opera.

Le amministrazioni locali intendono affiancare il lavoro che sta portando avanti la Provincia Regionale di Messina, con l’Istituzione di un  Tavolo Tecnico di confronto con Terna, e, pertanto, giovedì 28 giugno, in occasione di un convegno sull’argomento che si svolgerà a Pace del Mela, sottoscriveranno un documento, alla presenza dell’Assessore Provinciale Torre, con il quale chiederanno a Terna di modificare il progetto, nelle parti in contestazione, che tanto allarme sta creando tra le popolazioni, garantendo di non ostacolare la realizzazione sostenibile dell’opera ed il massimo sostegno nell’ottenimento delle autorizzazioni che dovranno essere rilasciate.

Ufficio Stampa Coordinamento Ambientale Tutela del Tirreno

F.to Franco Scaltrito

________________________

Per saperne di più sull’elettrodotto leggi questo articolo:
FA DISCUTERE IL NUOVO ELETTRODOTTO FRA CALABRIA E SICILIA >