Premessa
Esistono le condizioni per la concretizzazione di azioni a difesa dei suoli a livello europeo. Il recente rapporto del Gruppo Intergovernativo sul Cambiamento Climatico (IPCC o GIEC) ha sollevato il problema, ma già l’ondata verde dei giovani, l’arrivo al Parlamento europeo di una rafforzata entità politica sensibile all’ambiente; la disponibilità di strumenti di comunicazione e di sensibilizzazione; altri rapporti delle organizzazioni internazionali come FAO, IPBES, EEA, UNEP …; una rinnovata attenzione dei media … hanno attirato l’attenzione sul suolo.

Le numerose associazioni ambientaliste italiane ed europee, malgrado questo contesto positivo, non riescono ad esprimersi all’unisono sul suolo. Il messaggio che arriva ai propri membri è debole e non indica chiaramente il modello di protezione dei suoli che si deve ottenere. Sottolineiamo che non è una situazione limitata all’Italia, altri Stati membri dell’UE rimangono passivi o silenziosi rispetto alle tematiche ambientali e in particolare sul suolo, anche le associazioni della società civile hanno difficoltà a unirsi per affrontare l’impasse politico.

Il Gruppo Suolo Europa (GSE)
Il GSE si è formalmente formato a seguito della decisione presa all’Assemblea Generale di Ancona del 14 novembre 2015 col seguente mandato:
“Oltre alle attività di comunicazione e contatti già lanciate: sostegno e prosecuzione dell’azione Angeli del Suolo con la sua dinamizzazione anche a livello europeo; supporto e partecipazione alla campagna People4Soil (in particolare partecipare nel board europeo e contribuire alla redazione del testo della ICE). Da tenere presente inoltre la raccolta firme sul testo per l’ICE da prevedere nel 2016.”

Il GSE ha poi puntualmente organizzato le proprie azioni definendole attraverso: assemblee annuali effettuate con mezzi elettronici; riunioni mensili aperte via Skype; disseminazione di un Bollettino italiano e in inglese a carattere mensile.
Azioni e risultati sono stati sempre effettuati o comunicati in stretto collegamento col Coordinamento e la Segreteria del Forum SIP.

Resoconti dettagliati sono disponibili su richiesta, qui ricordiamo solamente le azioni che hanno avuto una visibilità sovranazionale:

Partner dell’Iniziativa 4per1000 lanciata a Parigi in concomitanza con COP 21

Sostenitori ICE People4Soil (raccolta firma comunque non sufficiente)

Adesione alla sfilata a Roma per una Europa Unita e Democratica

Sostenitori della campagna Stop al Glifosato

Evento “Il suolo è vita” per Giornata del suolo all’Ist. Ital.di Cultura di Bruxelles

Sottoscrizione Dichiarazione Città Libere da Pesticidi

Adesione campagna “Good Food Good Farming“

Disseminazione della Proposta DDL del Forum Sip su Consumo Suolo (tradotta in EN e in FR)

Gestione Tavola rotonda “We must ally with our soils” al Parlamento Europeo

Partecipazione al Mini meeting di ELASA- European Landscape Architecture Student Association a Matera.

Obiettivi del GSE

Livello europeo:

  • Creazione di Forum Europeo sul suolo di Salviamo il Paesaggio
  • Facilitare la partecipazione e l’integrazione di giovani nella dimensione europea
  • Creare sensibilità sulla tematica suolo con i Parlamentari europei al fine di ottenere una direttiva a protezione dei suoli;
  • Azione di contatto e sinergia con i rappresentanti, membri e funzionari delle istituzioni europee;
  • Sollecitare negli altri stati membri dell’Unione europea la creazione di nuclei “politici” sensibili alla tematica suolo/territorio/paesaggio;
  • Facilitare il collegamento tra questi nuclei per la formulazione di una azione comune;
  • Sviluppare contatti e sinergie con altre reti e Forum in Italia e nell’UE (es. Rete Nazionale dei Beni Comuni, ARC2020, We Move Europe, Global Ecovillage Network Europe, …) anche attraverso proposte di possibili “gemellaggi”.

In Italia:

  • Azioni relative all’educazione e ai media
    Riflessione su questo punto va fatta da tutto il Forum. Il GSE si propone solo di:
    i) mettere a disposizione materiale didattico disponibile in Italia e in Europa;
    ii) ricerca sinergia con azioni di educazione esistenti in altre associazioni;
    iii) sollecitare la creazione di un network informale di media di giornalisti e commentatori europei da mettere in relazione con il Forum SIP. Il che domanda la creazione della figura per i contatti con i media del Forum SIP.
  • Relazione col mondo della cultura e dello spettacolo
    Siamo in difficoltà a correttamente informare chi non si occupa di suolo. Comunicare e fare riflettere riviene a persone che lo facciano professionalmente. Essi sono, anche se sensibili alla tematica, restii a ingaggiarsi in una dinamica europea. Esistono spazi per consorzi o gruppi culturali che agiscano e propongano azioni a livello europeo.

Proposta organizzativa sottoposta alla approvazione dell’Assemblea nazionale del Forum
Vi è una carenza di informazione sulla dimensione europea soprattutto a livello delle organizzazioni SIP soprattutto a livello territoriale.
Si propone la creazione della figura del “Punto di contatto per la Dimensione Europea” nelle associazioni territoriali. Grazie a questa rete interna sarà possibile costruire un percorso di informazione su l’Unione Europea, le sue istituzioni e le dinamiche di partecipazione. Possibilmente la figura di riferimento in ogni associazione dovrebbe essere un giovane con capacità creative tali da trasferire i messaggi in maniera più comprensibile per le nuove generazioni.

Gruppo Suolo Europa, Gruppo di Lavoro del Forum salviamo il Paesaggio – Difendiamo i Territori

Condividi: